L’Amideria Chiozza – Ruda – Italia

    L’Amideria Chiozza fu fondata nel 1865 da Luigi Chiozza chimico ed imprenditore che mise a punto e brevettò un processo per la produzione dell’amido dal riso. La produzione iniziale di 9.000 quintali passò ai 45.000 dell’inizio del 900, impiegando un centinaio di persone, con l’adozione delle più avanzate tecnologie dell’epoca.
    Ha subito diversi passaggi di proprietà mantenendo il processo produttivo e gli impianti originali sino alla sua chiusura nel 1986.

    La fabbrica, gli uffici, le case degli operai, la villa del Direttore tutte immerse nell’incontaminato paesaggio della bassa friulana tra campi di mais e boschetti.

    Nel territorio e nella Comunità di Ruda è profondamente sentita la presenza dell’eredità industriale dell’Amideria Chiozza ma non come un reperto archeologico. Per questo è nata nel febbraio 2014 l’ASSOCIAZIONE AMIDERIA CHIOZZA che ha come soci il Comune di Ruda, cittadini di Ruda, ex lavoratori, studiosi; uniti dalla passione e dalla volontà di fare e che ha realizzato:

    • Il sito internet www.amideriachiozza.it
    • Lo Spazio Amideria che ospita:
      • Centro Studi Amideria Chiozza: raccoglie l’archivio completo dal 1927 al 1976.
      • Museo Storico Amideria Chiozza , raccoglie documenti, strumenti, immagini , foto, filmati , testimonianze.
      • Sala conferenze per conferenze, incontri e visite scolastiche.
    • Dacci un po’ del tuo tempo: forma associativa che prevede la donazione del proprio tempo per lavori di manutenzione.
    • Riaccendiamo la macchina a vapore: il progetto per il restauro della macchina a vapore, unica in Europa ancora nella sua sede dove, dal 1902 al 1986, ha prodotto l’energia per l’intera fabbrica.

    Alla base di tutto c’è la passione e la volontà di fare, di fare insieme nella comunità e per la comunità, ma anche fare per poter raccontare agli altri: visitatori interessati la storia dell’ingegno e della volontà d’intraprendere, la storia e la vita del lavoro, raccontarlo attraverso la fabbrica, i documenti del suo archivio, il racconto dei suoi protagonisti.
    Tutto questo per farla rivivere cercando di trasferire non solo le emozioni di chi ha partecipato a questa storia ma la cultura del lavoro e rimettendo in moto la fabbrica per creare opportunità di sviluppo sociale ed economico soprattutto per i giovani del luogo legate al turismo culturale, allo studio e trasferimento dei valori e della capacità di fare.

    Nessun commento

    • Your email address will not be published. Required fields are marked *
    • You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

    ©2014 Associazione Amideria Chiozza Tutti i diritti riservati. Realizzato da Algoweb

    User Login